Ricostruzione

BARBARA RIOLFO

CARROZZERIA TOPPINO RESTYLIN GARAGE DESIGN

Piobesi d'Alba, Italy

Presentation

OBIETTIVI: divenire un punto di riferimento per tutti coloro che hanno l’esigenza e il desiderio di intraprendere un restauro eseguito a regola d’arte in ogni sua particolarità e originalità , anche conservativo , avvalendosi ovviamente della tecnologia moderna sia di attrezzature che di materiali che possano offrire uno standar qualitativo elevato , dando inoltre un appoggio nelle pratiche burocratiche che ormai circonda il mondo del collezionismo d’epoca...

Read more
... Nel 2013 giunge il conferimento dell’ Eccellenza Artigiana per il restauro di auto e moto d’epoca. Nel 2014 iniziano la collaborazione con il Museo Nazionale dell’ Automobile di Torino occupandosi di restauri conservativi delle vetture, della loro cura e manutenzione ordinaria e straordinaria. Sempre nell’ambito della collaborazione conil Museo dell’ Automobile di Torino, animano la scuola di restauro destinata a formare nuove generazioni di professionisti del restauro conservativo di vetture. Dal 2015 si occupano del ricondizionamento della cura e manutenzione delle vetture per l’apertura del Museo Storico Alfa Romeo. Espongono a Parigi : PRINETTI E STUCCHI MODELLO 4HP ANNO 1899 – ESPOSTA PRESSO IL MUSEO NAZIONALE DELL’ AUTOMODILE DI TORINO fondato dal Conte Biscaretti di Ruffia. Vettura costruita nel 1899 dalla Prinetti & Stucchi in collaborazione con Bugatti Ettore poi fondatore dell’ omonima “Bugatti” Dati tecnici: potenza 4 cv giri 1500 accensione a ruttore, raffreddamento ad aria frizione ad ingranaggi,trasmissione a cinghia. Questa vettura di proprietà del Sign. Tentolini di Cremona appartenente alla sua famiglia , è stata ceduta al Museo dopo anni di trattativa con una somma simbolica per fare in modo che potesse essere conservata nel 1958. La vettura agli inizi del novecento aveva effettuato il Giro d’Italia , dall’ antenato del Tentolini ,inoltre vi è una documentazione di corrispondenza degli anni cinquanta tra il Tentolini e il Conte Biscaretti sino alla consegna ufficiale della vettura al Museo. La vettura è in discreto stato di conservazione e stata scelta a discapito di altre da cui effettuiamo la manutenzione conservativa per l’importante collaborazione di Ettore Bugatti nella progettazione e nella costruzione prima che fondasse l’ononima Bugatti e per il progetto di Scuola di Restauro, su cui è in corso uno studio di restauro conservativo moderato.

Back to top